Pensieri e Parole di una di una Mamma (bis) Principiante

mercoledì 12 luglio 2017

VA COSI

E sono passati altri 10 giorni.
Giulia ha tolto il gesso ma ha un tutore. La frattura non era bella e ci vorrà ancora un po'...ma dovrebbe toranre a posto.
Intanto hanno cominciato il centro estivo e sono super felici di giocare all'aperto tutto il giorno.
Il dito di Lele è un lontano ricordo.

Io sto procedendo con le terapie ela caviglia va meglio. Il dolore è quasi sparito, è ancora rigida ma cammino molto meglio. Non metto ancora i tacchi e mi mancano un po'.

Ho ripreso a camminare e a fare ellittica. 
Come se non ci fosse un domani.
Sono uscita a camminare ogni week end, domenica mattina alle 6.40 ed è stata la prima volta al mattino.
Assolutamente da rifare! 
Anzi, vorrei uscire anche prima, era bellissimo.


Ho perso 4 kg, quasi sistemato il danno caviglia e poi mi restano quelli storici da abbattere.
Insomma, ancora 6 kg e sarei contenta.

Lunedì una tromba d'aria ci ha scoperchiato un pezzo di tetto.
Così, per aggiungere un po' di peppe alle mie giornate già cariche di cose da fare.

Il problema è l'umore.
E' un periodo di scazzo su tutto.

Ci sono molte cose da rivedere nella mia vita, molte nuove impostazioni da dare.
Molti nuovi obiettivi da porsi.

Mi sono proprio resa conto che non ho una spazio per me, fisico e mentale.
Ci sono sempre prima i bimbi, il marito, il lavoro e la casa e me nel centro...che penso e gestisco le esigenze di tutti.
Ma mi sono resa conto che questo è scontato per tutti.
Non va bene.
Per quanto mi faccia piacere, non c'è scritto nella pietra che lo debba fare io.
Se non lo faccio io nessun altro lo fa, tanto po lo faccio io.

Non va bene.

E mio Marito dovrebbe passare più tempo con i bambini.
In settimana li vede poco o niente e nel week end tanto ci sono io che penso a tutto.
E' vero che è fuori tutta la settimana per lavoro, ma io lavoro e gestisco loro senza un momento di stacco fosse anche solo cazzeggiare in treno, leggere, guardare un film o poter uscire per una pizza se è in trasferta. Io non posso, non ho un minuto libero.
Lui lavora fuori ma io faccio altrettanto fuori e a casa senza possibilità di pausa.

Quindi nel week end ci siamo entrambi e devo imparare a delegare di più altrimenti scoppio.
Non dico grandi cose ma un'ora di camminata in silenzio al mattino se tutti dormono senza il patema che se si svegliano chi prepara la colazione?

Mi girano solo le scatole che visto dal di fuori il poverino è sempre lui che fa degli orari...
La differenza tra me e lui è che io non prendo il treno, ma come orari sono peggio i miei...e fisicamente più faticosi...e quando sento "poverino" vado fuori!

Per fortuna non tutti la pensano così, ma a volte quasi quasi mi convincono...

Insomma...è un momento di transizione e devo capire dove voglio andare.

23 commenti:

  1. Il problema è la mentalità che ci portiamo dietro. La donna sta al focolare, si occupa della casa e dei bambini...
    Ah! Adesso la donna lavora pure? Ah bè, ha voluto la parità (la bicicletta) adesso pedala, non prescindendo da casa e bambini.
    Non viene minimamente preso in considerazione il fatto che se si lavora fuori casa in due, altrettanto occorre lavorare in casa (e bimbi) in due.
    No! E' un compito da donne, perché si sa, la donna è più portata, la donna porta in grembo i figli...
    Penso che anche tu li senti spesso questi discorsi sterili, a me fanno bollire dentro, soprattutto perché chi li fa, solitamente, non ha mai lavorato o lavora giusto quelle due ore per poter dire "ho lavorato".
    In ogni caso non c'è verso di far cambiar idea a certa gente, nemmeno di fronte all'evidenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto....poi è la scontatezza che mi fa incazzare non poco....io lo faccio anche volentieri ma perchè voglio non perchè devo!

      Elimina
    2. Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di rapporti con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

      1) Incantesimi d'amore
      2) Incantesimi di amore persi
      3) Divorzio Incantesimi
      4) Incantesimi di matrimonio
      5) Incantesimo legante.
      6) Incantesimi di rottura
      7) Sfilare un Amore passato
      8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
      9) vogliono soddisfare il tuo amante
      Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
      Tramite drogunduspellcaster@gmail.com

      Elimina
  2. Sono assolutamente solidale con te anche perché la tua è una situazione molto simile alla mia. Mio marito non lavora lontano come il tuo e rientra all'ora di cena, ma questo implica comunque che io debba occuparmi di tutto. Eppure a volte mi sento dire che mio marito è eccezionale perché, quando lavoro sabato domenica, lui si occupa delle bambine. Ma il suo occuparsene non implica pulire la casa, fare il bucato, stirare, cucinare qualcosa più di un uovo o fare piccole cose come lavare i capelli o tagliare le unghie alle bimbe. Ha ragione Sara a dire che è un problema di mentalità. Trovo emblematico che molte persone, anche donne, mi chiedano se mio marito mi aiuta in casa. Nessuno chiederebbe mai se la moglie aiuta il marito in casa, perché si dà per scontato che il ruolo sia femminile e l'uomo che decide di sua spontanea volontà di dare una mano sia avanti. Gli uomini non dovrebbero aiutarci, ma fare la loro parte. Sembra la stessa cosa ma non lo è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...esatto è il fatto che sia scontato a dare molto fastidio!

      Elimina
  3. Dovresti trovarla pronta la colazione! Lo sai cosa intendo! E di fame per un paio di ore non è mai morto nessuno!
    Ci vorrebbe collaborazione senza che sembrasse una concessione ma la normalità! Ma a volte le critiche/giudizi arrivano anche da altre donne

    RispondiElimina
  4. Io vorrei fare una riflessione un po' in generale..ho capito che i commenti possano dare da fastidio ma alla fine sono convinta che dentro le 4 mura ogni famiglia debba poi trovare il suo personalissimo equilibrio.. però pure io vivo nella stessa società vostra, sono a casa quindi in teoria "l' angelo del focolare" ma nemmeno in un universo parallelo mi sarebbe mai venuto in mente che io fuori e bimbi a casa con il papà possano andare incontro a qualche problema con la colazione! Questo non dipende da quel che dice mamma, nonna o zia ma da voi e dal rapporto che avete con l'uomo che vi siete scelto. La società la facciamo noi, dai ragazze.. a me quello che fa' più strano non è che a Gianni dicano "poverino" ma che a casa abbia una moglie (che lavora a super tempo pieno) che lo riverisce.. Giorgia tu sai come la penso e ti auguro proprio di riuscire a cambiare rotta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io se esco so che Victor sa perfettamente fare le colazioni..anche meglio di me. Io mi sento un po a metà strada tra Giorgia e Cate..non sto a fare la riverenza al marito e con i bimbi lui è super capace d tutto anche meglio di me. Pecco un po a casa che magari non pretendo troppo aiuto e lo lascio 1po troppo comodo me ne rendo conto. Ma con i figli è il padre non un estraneo, può succedere che prepari il latte più caldo del mio a loro non piace e glielo dicono..e poi lui corregge strada facendo. Ma io prima andavo in palestra alle 7 non mi è mai venuto in mente il problema colazione. Tornavo alle 8 trovavo bimbi pronti per l'asilo...

      Elimina
    2. Ma il fatto è che lui è anche capacissimo di farlo....come dice Nia bisogna cambiare il modo di vedere queste attività!

      Elimina
  5. Io lo sai la penso come Cate.
    Il problema sta proprio alla base. Esempio, fin che Consu dice "non pretendo molto aiuto" il problema esiterà. Lui non sta aiutando te, sta semplicementw facendo la sua parte nella vita famigliare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il problema è proprio nel come si vede questa attività. Non deve essere un aiuto alla moglie (che peraltro si fa un mazzo tanto anche lavorando fuori casa) ma un collaborare alla gestione famigliare. E' comunque un retaggio vecchio stampo che va cambiato, non è facile ma bisogna farlo...o sbotto davvero!

      Elimina
  6. L'abbiamo detto tante volte "separate dalla nascita"...il mio esce la mattina e rientra la sera, io praticamente sono mamma single, non posso contare su di lui nemmeno nelle emergenze. Non ne voglio fare una colpa, semplicemente non c'è. Il week end poi è stanco e figurati io noooo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto è che loro non facendo quello che facciamo noi a volte semplicemente non si rendono conto di quanto sia devastante, soprattutto il non potersi permette a volte anche solo di andare in bagno senza interruzioni!

      Elimina
  7. Non voglio risultare catastrofica ma anche questi motivi sono stati la causa della mia separazione,me ne sono accorta tardi purtroppo ma ho preso una decisione storica per me:" ho già due figli e voglio accanto un uomo con le palle quadrate che sappia gestire la casa e la Famiglia come me". È questione di input, adesso ho accanto una persona così e me ne accorgo dalle piccole cose,anche se non viviamo insieme vedo quanta cura "naturale" mette nel organizzare giornate e gestire la casa a seconda del figlio, delle cose imprescindibili da fare (lavatrici/pulizie/andare a fare l' isee)il mio ex non sapeva nemmeno accenderla la lavatrice! (Ah ma adesso che vive solo ha imparato anche a stirare vedi te!)

    RispondiElimina
  8. Sono stata un po' sbrigativa (naturalmente la vita non è fatta solo di lavatrici e isee)ma il senso lo avete capito.baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no beh ma io non credo arriverò a quello!!! Di fondo c'è amore reciproco e la voglia di stare insieme! Solo che il fatto che se non faccio io non fa nessuno mi manda davvero fuori!

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. ti rispondo ora che sono al computer. Dal cellulare in spiaggia era un incubo. ALlora, innanzitutto bene per te che ti sei rimessa "in piedi" nel senso letterale del termine. DUe settimane di mare ( che ci volevano proprio eh) ma avevo già voglia di tornare ai mei allenamenti ( e difatti stamattina che tutto è ricominciato ho trovato la mia amica Tracy alle 5.50 ed è stato bellissimo. Quindi capisco bene come il tuo corpo scalpitasse! Sulla questione marito la cosa è più complessa. Analizzo la situazione e mi accorgo che Gianni reagisce bene in emergenza (come quasi tutti): ad esempio quando ti sei rotta il malleolo si è dato da fare. Ma non poteva fare diversamente. Quindi si desume che per lui la gestione casa è una questione marginale da delegare e da affrontare solo quando proprio non ne può fare a meno. Certo, lavora fuori Certo, ha cambiato attività. Certo, magari non è pratico. Certo.......ma la faccenda fondamentale è che tanto sa che dove non arriva lui ci arrivi tu. ECHECCAZZO!!!! E Giorgia che addiriturra vuole fare attività fisica per stare bene, per rilassarsi, per non sbottare, per non commettere un omicidio....ma che ardire! E sicuro che non lo pensa...ma non ci fa caso. Ecco...e non so se sia peggio non farci caso o non farlo proprio di principio. Ergo: 1.prendere il marito per la collottola. 2. prendere un foglio.3.scrivere sulla colonna di destra COSA FA GIORGIA.4. scrivere sulla colonna di sinistra COSA FA GIANNI. .....e vai con le conclusioni!!! Gianni è una persona intelligente....ma tu non devi mollare! perchè lui sicuramente ti darà ragione ma dopo una settimana se tu ricominci a tappare tutti i buchi lui te li lascerà tappare. E invece la casa, i figli etc sono competenza di entrambi ( visto che tu non sei una desperate housewife... per dire). Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero è proprio ora di cambiare le basi della visione del lavoro in casa. Il non dare più per scontato che sempre e comunque ci sono io! Che se non lo faccio io non lo fa nessuno. Io faccio tutto volentieri ma se a volte non riesco o non ci arrivo devo poter contare su qualcuno

      Elimina
  12. uau! meno male che almeno tu riesci agestire sempre tutto altrimenti la vostra famiglia scoppiava! felice che i bambini sono guariti tuo marito fa quello che noi uomini cerchiamo di fare: dividerci tra lavoro e famiglia, secondo i nostri schemi. tu sei piuttsto esigente mi sembra forse se vuoi che tuop marito ti aiuti di piu a casa devi abbassare un po il livello delle tue richieste.vuoi sempre essere piu che perfetta con i figli, a scuola, sul lavoro (ma in malattia lavori da casa e te ne vanti pure). da come la racconti la tua casa deve essere un museo perfetto intoccabile solo da guardare. un giocattolo fuori posto dove ci sono bambini è normale e se in giro ce un po di polvere paziuenza. tuo marito lavora fuori e deve prendere il treno? perchè non si cerca un lavoro più vicino? cosi magari ti aiuta di più in casa, no?
    adesso andate in ferie magari riuscite a trovare una soluzione. intanto buona guarigione per tutti i toui malanni (e chiediti il perche di tutti questi malanni... forse vuoi fare troppo)
    ciao
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche noi donne ci dividiamo tra casa e famiglia, potete farlo anche voi uomini perchè avete due braccia e due gambe, un cervello pensante.... casa mia non è affatto un museo ma è a misura di bambino con il disordine del caso. Mio marito per non restare senza lavoro si è spostato lontano e tanto di cappello ma in settimana lavoro anche io e bado alla casa e tutto il resto...semplicemente nel week end non dovrebbe essere scontato che lui sia stanco e io devo fare tutto... perchè io non lavoro così lontano ma mi smazzo un sacco di cose lo stesso... La scontatezza è la cosa che mi fa più incazzare perchè io faccio le cose anche volentieri ma se a volte chiedo supporto o un minimo di tempo per me non devo essere guardata come un'eretica! Che poi vuol dire 1 ora di camminata alle 6 del mattino della domenica... insomma la casa e la famiglia sono di entrambi e un minimo di collaborazione ci deve essere!

      Elimina
  13. Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di rapporti con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

    1) Incantesimi d'amore
    2) Incantesimi di amore persi
    3) Divorzio Incantesimi
    4) Incantesimi di matrimonio
    5) Incantesimo legante.
    6) Incantesimi di rottura
    7) Sfilare un Amore passato
    8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
    9) vogliono soddisfare il tuo amante
    Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
    Tramite drogunduspellcaster@gmail.com

    RispondiElimina

Lasciami un commento o una critica costruttiva.
Per i giudizi sterili, cambia blog