Pensieri e Parole di una di una Mamma (bis) Principiante

mercoledì 30 luglio 2014

NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE

Sole è un parolone.

Qui continuano i diluvi, esattamente quando esco dall'ufficio e vado alla macchina per prendere i bimbi. 

Mi sono presa delle docce apocalittiche, tornado, grandine e varie schivando alberi caduti e cadenti.

Martedì in particolare è piovuto tutto il giorno molto forte, quindi Giulia è stata da mia mamma, avvisata alle 22.30 di lunedì. 

Santa subito.

Stamattina per fortuna c'è il sole. 

Io stasera devo fare una seduta alle 18.30, ma mio Marito è reperibile quindi non poteva gestirsi i bimbi da solo, così il programma era che portasse i bimbi ai miei suoceri dal tardo pomeriggio e che Giulia si fermasse poi a dormire lì, magari fino a venerdì. 

La prossima settimana partiamo e sicuramente questo WE non ci muoveremo  se non per un gelato veloce con amici e quindi non vedrebbero i bimbi per un po'.


Volevo approfittarne per pulire casa e iniziare ad imbastire i bagagli, per non dover fare tutto di corsa o di notte, ma alla fine - non ho capito perchè - mio Marito mi ha detto che non si fa più così e verranno i suoi solo oggi pomeriggio, prenderanno i bimbi e li porteranno a casa nostra, poi andranno via quando arrivo io, dopo cena.

Con mio Marito non riusciamo nemmeno a parlarci se non per fugaci telefonate, quindi non ho capito niente se non quanto scritto sopra. Comunque qualcuno baderà ai bimbi mentre io non ci sarò e questo è l'importante.

Giulia c'è rimasta male perchè le avevamo detto che avrebbe dormito fuori casa, infatti questa mattina è stata una vera tragedia lasciarla al centro estivo, nonostante avessimo anche portato la sua bici...

Speriamo che domani non ci pensi troppo visto che andranno in piscina...
Vedremo come va e gestiremo on demand.

Io inizio ad accusare davvero la stanchezza cronica. Ieri ho lasciato il portatile in ufficio, collegato, invece di metterlo nell'armadio blindato o portarlo a casa.

Stamattina mi è venuto caldo quando l'ho visto pensando al rischio che ho corso.

Non vedo l'ora di essere al mare con i miei bimbi e mio Marito. 

Stop.


8 commenti:

  1. Stessa sensazione, e sono veramente fusa...mi dimentico un sacco di cose e ho tanti doloretti sparsi qua e la. Non ne posso più, questi ultimi giorni vanno lenti e sto accusando il colpo!

    RispondiElimina
  2. Dai dai che la meta e' vicina :)

    RispondiElimina
  3. Questa nuova veste del blog, tra il "detto": i miei suoceri hanno deciso di fare diversamente da quanto pensavo, non so il perchè. Mia figlia era un po' triste per il cambio di programma, e il non detto (visto che mi avete sconvolto i programmi e fatto piangere mia figlia? mia mamma si fa in quattro e voi invece trovate sempre il modo di scombussolarci i piani, senza neanche una spiegazione) è simpatica.
    Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh i dati sono oggettivi. A mia mamma ho rotto le balle di sera tardi per fiondarmi a casa sua alle sette del mattino per mollarci la bimba nonostante avesse i miei due nipoti. Il fatto che la bimba più che rimanerci male.... Che è un eufemismo.... Ha fatto un casino biblico è palese anche perché ha rifatto la scenata con loro mi ha detto mio marito. I piani sono stati cambiati, ma se è per questo anche ricambiati oggi senza che i suoceri ne siano parte in causa quindi che problema c'è a descrivere il fatto oggettivo che le cose siano cambiate? Mica ho espresso opinioni. Quello che volevo fare lo farò in un altro momento, mi spiace solo che alla fine siano stati poco con i bimbi. Non ho detto che non hanno spiegato, ho detto che io non so perché, visto che hanno parlato con mio marito e quando ho parlato con mio marito il tema non era questo. Non gli ho chiesto e se ritiene opportuno me lo dice lui. I bimbi sono stati egregiamente accuditi fino al mio ritorno. Tutto tutto il resto sarebbe stato un di più. Non cercate feccia dove non c'è. Questo blog sarà il più scevro possibile da giudizi quando si tratterà di rapporti tra parenti. Credo si sia visto. Non riesco a cogliere se il tono del post era ironico.... Ma mi sono portata avanti per altri eventuali post.... ☺

      Elimina
    2. commento nel post sbagliato ma complimenti per il marito che fa la spesa! scusa se ogni tanto mi intrometto, ho seguito il tuo blog per un bel po' e sono curioso di capire se poi alla fine con i tuoi suoceri avete fatto pace oppure no, perchè hai scritto che tua cognata ti ha telefonato ma dei suoceri non hai più detto nulla... non è che per caso sono ancora incazzati con te e fanno solo buon viso a cattivo gioco per amore dei nipoti? in fondo li hai sputtanati ben bene, convinta di essere al riparo dall'anonimato del blog (scusa , adesso l'hai cancellata ma la feccia l'hai distribuita tu a piene mani). sei stanca e hai bisogno di vacanze, approfittane per riflettere sui tuoi rapporti con i parenti, perchè da estraneo non mi sembra che sia cambiato niente (a parte l'apparenza, come Carla fa ben notare). T.

      Elimina
    3. Se non ho più scritto niente è perchè ritenevo di non scrivere più niente se non, al massimo, dati oggettivi o cronache dell'accaduto neutrali (come ho fatto in questo post dove non ho dato giudizi di merito, se non su mia mamma a cui ho proprio rotto le palle e a cui le rompo sempre e comunque). I fatto oggettivi sono tali, sta a chi legge fare le dovute conclusioni. Le mie me le tengo per me (nel caso, sul mio blog privato). Li avrò "sputtanati" come dici tu, ma che io scrivessi o no, i comportamenti ci sono stati quindi chi è la vittima? Dal lato mio, ho chiarito con mia cognata. La mia casa è aperta e infatti sono venuti diverse volte e anche a festeggiare Gabriele. Noi siamo andati là. Certo, non è semplice ripartire con un colpo di spugna, ma avrei potuto chiudere la porta e ognuno per la sua strada. Non l'ho fatto. Sarebbe stato MOLTO più semplice tagliare i ponti e starcene tra di noi senza patemi. Davveor molto più semplice. Per amore dei miei figli IO non l'ho fatto. Sinceramente la cosa che mi preme di più sono loro e se loro sono felici di vedere i nonni di mio faccio il possibile perchè questo accada. L'importante sono loro. Io mi comporto normalmente e sinceramente sono contenta quando vengono perchè vedo i bambini sereni e felici di vedere i nonni. La felicità dei miei bimbi è la mia e la loro tristezza è la mia rabbia. Stop. Per il resto da parte mia quello che è stato è stato e guardo avanti. Su questo ho già riflettuto e questo è il mio approccio. Lascio perdere IL PASSATO per i bimbi. E' andato , non possiamo più fare niente se non trarne spunto e non sbagliare per il futuro: questo è da approccio intelligente rispetto a rivangare cose che tanto non possono cambiare e che così sono. Se scali sempre la stessa montagna, non andrai più in alto. Ripeto: se di mio posso aver scritto, di contro quello che ho scritto è accaduto. Chi è vittima e chi carnefice? A questo punto - a me - non interessa e l'importante sono i bambini e mio Marito. Basta. Il resto non conta niente. Nel momento in cui non vedrò loro felici, prenderò le mie decisioni. Per il momento questo è quello che vivo.

      Elimina
    4. Il mio non voleva essere un commento offensivo, mi scuso se è stato recepito così. Leggendo il post, ma soprattutto conoscendo i tuoi post precedenti, è facile immaginare tutto il non detto, anche se tu ti limiti, per quanto puoi, ad una narrazione "oggettiva" degli eventi. Questo però è un post "strano", nel mondo "giorgialand" così come tu lo hai imbastito, e stona così tanto con quelli di un tempo che la differenza non si può non notare. Così è facile immaginare anche le frasi che tu hai censurato, e i puntini di sospensione sono abbastanza indicativi, anche se forse solo inconsciamente, senza contare che la tua narrazione "oggettiva", è ovviamente di parte: inizia quindi con il programma ideale, e utile, che tu ti eri creata, sottolinea poi come il programma, a causa di qualcosa che non hai capito (perchè tu e tuo marito parlate poco, ti affretti a specificare) è cambiato, e subito dopo c'è l'inciso di tua figlia inconsolabile, riassunto in due frasi in sospeso. Se qualcuno approdasse nel tuo blog per la prima volta, comunque, qualche sospetto di non detto lo avrebbe, ma per il resto penserebbe ad un tono un po' strano, un po' freddo, e la cosa finirebbe lì.

      Carla

      Elimina
    5. Carla,
      ovviamente il post è diverso dai precedenti perchè, dopo tutto quello che successo, non posso fare altro, su alcune parti della mia vita, che "riferire per dovere di cronaca" a completamento degli eventi; questo per poter tenere in vita il blog anche se un po' "limato". Faccio fatica a non scrivere di getto e, a differenza del passato, rileggo molto di più per evitare fraintendimenti facili, soprattutto in questo periodo. Non lo considero un post offensivo il tuo, solo non capivo se fosse ironico o solo "leggero". Come ho scritto, sono davvero alla frutta e sono strana io, cotta...tanto da dimenticare il PC in bella vista in ufficio! Ovviamente, non nascondiamoci, a tutti girano le palle se i programmi ideali che si erano fatti vanno a monte, ma mi sarebbero girate un po' anche se a cambiare le carte fossero stati i miei. Sono umana. Ma l'obiettivo della loro presenza era supportare mio Marito in una serata di reperiblità e questo è avvenuto. Che poi io mi sia fatta dei film, pace. Mi riorganizzo. Anche oggi avevo in mente di fare delle cose e poi ho fatto tutt'altro...e amen! Certo sono stanca e sinceramente mi sarebbe tanto tanto piaciuto portarmi avanti con i bagagli invece di avere la prospettiva di farli di notte...ma pazienza, la gestirò.
      Mi sono arrabbiata perchè sto cercando di fare attenzione a tante cose e il fatto che dei post possano insinuare una malafede mi fa arrabbiare. Davvero ho cercato di essere ilpiù oggettiva possibile, ma il fatto in sé dei programmi saltati fa pensare a significati "strani" dei puntini di sospensione. Se avessi solo raccontato dei programmi perfettamente rispettati i puntini non sarebbero nemmeno stati notati.
      Un fatto è un fatto e in alcuni casi cercherò di raccontare in modo più oggettivo possibile, senza opinioni o commenti o sottolineature.
      Certo è che tra i fatti oggettivi si annovera il supporto costante e incondizionato dei miei genitori. E' un fatto oggettivo e non posso non sentire gratitudine per quello che fanno per me, nonostante gli acciacchi e l'età, senza mai lamentarsi e senza mai rinfacciare nulla. Loro per me ci sono sempre, così come i miei fratelli. Sento molto il legame della famiglia (magari non ci vediamo per mesi tipo con mio fratello più piccolo ma se in questo istante io avessi bisogno lui correrebbe subito) e vorrei che la mia famiglia fosse così per i miei figli. Quindi ovvio che io sembri di parte! Ma davvero sto cercando di fare del mio meglio...non crocifiggetemi per colpe che non ho... :-)

      Elimina

Lasciami un commento o una critica costruttiva.
Per i giudizi sterili, cambia blog